Eventi

Progetto Mambre AltreVociAltriSuoni in dirittura d’arrivo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
“Ma tu, da dove vieni?” questo è il titolo della prossima antologia che AVAS pubblicherà in collaborazione con l’associazione Mambre di Vigano certosino. Il progetto è nato un anno fa da un’idea degli scrittori dell’associazione gaggianese di intervistare gli ospiti stranieri e non di Mambre per ricavarne storie di vita da trasformare in testi narrativi. Una sfida che gli autori hanno voluto raccogliere e lanciare non senza difficoltà.

Sergio Ragno
Presidente del circolo narrativo
AltreVociAltriSuoni

Categorie:

AVAS celebra la donna nell’arte in piazza Missori.

L’arte, come l’amore, si moltiplica. Questa affermazione viene supportata dal successo della serata di musica e poesia che si è svolta venerdì 19 aprile presso il Centro Culturale Emmaus, nei pressi di Piazza Missori. L’evento, nato dalla collaborazione tra l’associazione gaggianese AVAS “Altre Voci Altri Suoni” e Polimnia Associazione Culturale, si è nutrito dell’impegno e dell’entusiasmo della poetessa Savina Speranza che ha fortemente creduto nel progetto. Durante la serata si è celebrato l’Universo femminile che è stato coniugato in diverse forme artistiche: dalle note intense della pianista Antonietta Incardona al poeta sinfonico australiano, Christopher Pisk e il suo brano “FuTurandot”, passando per le corde profonde dei versi di Savina Speranza, Agnese Coppola e Miriam Borghi. La serata si è aperta con l’exploit di Sergio Ragno che, partendo dal presupposto che la Storia ha sempre celebrato gli uomini, ha evidenziato, citando la scrittrice Virginia Woolf, che “dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna”.
DSC_3292Con la sua verve anglo-partenopea lo scrittore, nonché Presidente di AVAS, Ragno ha condotto la serata presentando per prima la poetessa Agnese Coppola, che con il suo pancione di otto mesi, ha celebrato la maternità, mentre però leggeva “Scarpette rosse” un suo componimento, fortemente sentito, che denuncia la piaga sociale della violenza contro le donne, di cui le scarpette rosse sono diventate il simbolo. La fotografa Marzia Rizzo ha recitato, in modo commovente, la poesia di Alda Merini “A tutte le donne” e in modo ironico “Ritratto di donna” di W. Szymborska. A concludere la serata Savina Speranza che si è commossa e ha commosso tutta la platea con “Il volto di mia madre”. Emozioni intense e profonde accentuate e sottolineate dalle scelte musicali dei due pianisti. L’avvenimento ha avuto come cornice le opere della pittrice Tiziana Romagnoni che celebrava il tema “la donna e il suo doppio”. Il doppio è da intendersi come la fatica della donna per farsi strada nella società.

Categorie:

Reading 24 Aprile

Paesaggi e Personaggi
in Letteratura tra ‘8oo e ‘900

“Un paesaggio è uno stato d’animo.”
Henri Frédéric Amiel, scrittore svizzero (1821/81)

Mauro Rota smonterà il luogo comune di “Letteratura pallosa” di solito associata agli scrittori nostrani, mostrandoci soprattutto il legame esistente tra le descrizioni dei luoghi e la psicologia dei personaggi che li abitano. Accompagnatori d’eccezione in questo particolare viaggio saranno Manzoni, Verga, Pirandello e Calvino.

Mercoledì 24 aprile alle 21.00

Biblioteca Comunale di Gaggiano

Ingresso libero

Categorie:

Mercoledì 27 febbraio Avas presenta un reading sulla punteggiatura nella letteratura

Nel maggio del 1912 Marinetti proponeva l’abolizione de “le soste assurde delle virgole e dei punti”.Qualcosa dev’essere andato storto …

La punteggiatura è più viva che mai. Qualche esempio in buona compagnia: Tolstoj, McCarthy, Proust,Pirandello,Hamingway…

Ce ne parla DAVIDE LACCHINI

Punto punto e virgola DUE PUNTI virgolette PUNTO DI DOMANDA puntini di sospensione PARENTESI punto e a capo caporali lineette spazio virgola PUNTO TRATTINI virgolette punto di domanda

Mercoledì  27 Marzo alle 21.00

Biblioteca Comunale di Gaggiano P.zza Salvo D’Acquisto – ingresso libero

Categorie:

Reading: la poesia nel tempo.

GAGGIANO- Proseguono le serate di lettura ad alta voce in biblioteca comunale promosse dall’associazione Altre Voci Altri Suoni. Mercoledì 13 marzo la scrittrice e poetessa Agnese Coppola ha presentato: “La poesia nel tempo e il tempo della poesia”. Considerata da alcuni un genere letterario un po’ ostico la poesia è spesso scartata dall’interesse generale ma tutto sta forse ne47259_116840798467695_1468314042_n[1]l porsi le domande giuste. Che cos’è il tempo per un poeta? La poesia può essere una risposta al tempo che fugge? In questo bellissimo seppur breve (di fronte alla vastità del tema) incontro di poesia Agnese Coppola ha trovato e condiviso alcune risposte che lasciano incantati per la loro coerenza e profondità. L’animo umano si è da sempre confrontato con l’infinità del tempo ma è solo con l’arte che l’uomo diventa capace di fermare il tempo, di trattenere l’attimo. Attraverso alcune analisi testuali e una personale scelta di letture la poetessa ha accompagnato il pubblico nel mondo interiore fatto di incertezze, speranze, paure di alcuni poeti che lasciandoci testimonianza e ricordo hanno però vinto la propria battaglia contro il tempo: partendo da Fiume all’alba di Andrea Zanzotto e L’Arno a Rovezzano di Eugenio Montale, passando per Giuseppe Ungaretti con I Fiumi fino a La gioia di scrivere di Wislawa Szymborska. Sorpresa finale con la lettura de I poeti lavorano di notte di Alda Merini. Si, la poesia può servire a fermare il tempo e se anche fosse che il dialogo con la poesia richieda un paziente e nobile ascoltare questa è stata una serata affascinante, mai banale, e capace di ispirare profonde riflessioni.

Barbara Vacca

Categorie:

La poesia nel tempo e il tempo della poesia

I grandi fiumi sono limmagine del tempo,
crudele e impersonale. Osservati da un ponte
dichiarano la loro nullit
à inesorabile.

Da  Satura, L’ Arno a Rovezzano, di  Eugenio Montale

 La poetessa Agnese Coppola ci farà vivere una  serata intensa tra letture di versi, dove duellano  poesia e tempo,dove si scontrano Il Finito e L’infinito, dove non appare chiaro chi sia la vittima e chi il  carnefice. Dalle immagini folgoranti del tempo in poesia, al tempo tecnico della stessa.  

Mercoledì 13 Marzo

ore 21,00

Biblioteca di Gaggiano

Categorie:

Lorenzo Laneve presenta il suo romanzo “Nel vento”

«Anche a Parigi c’è la stessa situazione, così come in tutti i paesi dell’Unione Occidentale. I petrolieri ci hanno massacrato in tutti questi anni, ed hanno massacrato la nostra economia, al diavolo…»

estratto dal romanzo Fantasy “Nel Vento” di Lorenzo Laneve.

L’eclettico autore incontrerà i lettori mercoledì 6 marzo Presso Biblioteca Comunale di Sergnano (CR) alle 21.00.

Categorie:

Il reading di Mara Cassardo e i suoi Urban fantasy

e il Fantasy bussò…

ma chi aprì non aveva idea di cosa avrebbe trovato.

Viaggio nella letteratura Fantasy, un ecosistema che muta e si plasma su eccentrici personaggi, trasformandosi ogni volta in qualcosa di nuovo,

dove le regole in cui si muovono le storie sono dettate da una fantasia che non conosce confini.

La scrittrice di Urban Fantasy Mara Cassardo

autrice de ‘Le Stirpi dei Non Morti’,

ci accompagnerà nei meandri di questo percorso magico e ricco di sorprese.

…e magari anche voi aprirete al Fantasy senza più alcun timore!

 

Mercoledì 27 Febbraio alle 20.30

Biblioteca Comunale di Gaggiano

 

Categorie:

Conversazioni in libreria con “Io m’infilo dappertutto”

Martedì 19 febbraio – ore 18.30
Libreria Popolare di via Tadino, 18 (Milano)

Presentazione del volume

Io m’infilo dappertutto
ne parliamo con l’autore Sergio Ragno
insieme a Massimo Barzaghi

http://www.edizionisaecula.it/libri.aspx?PAGE=LIBRI&ID_LIBRO=17

Categorie:

Dalle fiabe al Fantasy

Diversi tipi di“Letteratura oralecome favole, fiabe, miti e leggende sono

stati la base del romanzo  fantasy.

Max Barzaghi analizzerà i primordi di questo genere inaugurato da Tolkien e Howard

Mercoledì  13 febbraio alle 21.00

Biblioteca Comunale di Gaggiano

Categorie: