Brera, segreti e retroscena del museo milanese.

Pubblicato il 20/05/2013 Commenti

DSCF0376
Sabato 18 maggio nell’ambito della manifestazione Notte dei Musei 2013, il circolo narrativo di Gaggiano AltreVociAltriSuoni ha organizzato una visita guidata alla pinacoteca di Brera, in un modo inusuale e alquanto originale. Massimo Barzaghi ci ha infatti accompagnato attraverso il percorso cronologico del museo milanese facendocelo vedere sotto un punto di vista squisitamente storico-letterario. È stato molto interessante scoprire aneddoti e retroscena dei quadri dei pittori pre-giottiani, per proseguire poi con i vari Mantegna e Carpaccio; le differenze tra la corrente rinascimentale veneziana e quella toscana e scoprire quali sono state le condizioni socio-culturali che hanno determinato questa divergenza artistica. Nell’ammirare le opere di Giovanni D’Agostino da Lodi, Moretto da Brescia e Michelangelo da Caravaggio e mentre scoprivamo cosa c’era dietro il naso del Duca d’D’Urbino, il dottor Barzaghi ci ha letto alcuni brani da “La Chimera” di Sebastiano Vassalli e da “Memorie di Adriano” di Margarite Yourcenar, per finire con le citazioni dal libro “Rinascimento Privato” di Maria Bellonci, e dal “Germinal” di Emile Zola, non disdegnando “Le città invisibili” di Italo Calvino e addirittura i Vangeli di Luca e Marco.
La passione espressa da Massimo ha suscitato interesse e ammirazione non solo dai soci AVAS che si sono ritrovati insieme a Milano in una sera di un piovoso sabato di maggio, ma anche di tante altre persone che vistavano il museo per conto proprio. Pertanto la conclusione della nostra visita giro tra le sale dell’accademia milanese è stata tutt’altro che scontata. Abbiamo iniziato il percorso con dodici soci AVAS e abbiamo terminato, davanti al Cristo di Bramante, in sessanta forse anche settanta persone rapite dall’eloquio di quello che a fine giro hanno cominciato a chiamare Massimo da Bareggio.

Categorie:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>